Appalachia

Una moto Triumph Scrambler progettato e trasformato da Tamarit Motorcycles.

 

Storia di Appalachia

A inizio settembre, un cittadino statunitense ci scrisse una mail per iniziare un progetto. Come facciamo sempre noi di Tamarit Motorcycles, lo contattammo direttamente per telefono.

Proprio come un musicista si accorge di iniziare ad avere successo quando guarda il pubblico e non vede facce conosciute, così anche un’impresa comincia a essere considerata tale quando a comprare non sono più solo conoscenti, amici e familiari.

A mano a mano che Tamarit Motorcycles aumentava la sua presenza in rete, sempre più gente sconosciuta ci contattava per definire una trasformazione esclusiva, persino da altri paesi come Francia, Italia e Belgio.

Ma d’altro canto gli Stati Uniti sono il grande sogno di tutti i professionisti del settore, che si realizza nel momento in cui si riesce a mandare un proprio lavoro al di là dell’oceano.

Ogni moto è unica al mondo.

Personalizzazioni Triumph dalla mano del cliente.

Voglio un preventivo

L’idea di lavorare su una moto senza alcuna limitazione ci piacque subito, dato che negli Stati Uniti puoi integrare nella tua motocicletta ogni elemento che consideri bello e piacevole alla vista. Potresti persino mettere una spada a mo’ di ariete tra le forcelle e nessuno ti direbbe niente. Tuttavia, in Spagna, come in altri paesi europei, viviamo condizionati dal vincolo costante della severa normativa ITV.

Voglio una moto Tamarit

Dopo varie conversazioni telefoniche con Tamarit per definire la sua idea di progetto, Felix (spagnolo di nascita e perfettamente ispanofono) approfittò di uno dei tanti viaggi di lavoro che faceva in Spagna ogni anno per incontrarsi faccia a faccia con il team. Dopo aver assimilato i punti di vista e fatto quadrare preventivi e progetto, e pochi giorni dopo la stretta di mano definitiva, la Scrambler a carburazione fece rotta per il porto di Valencia, dove sarebbe stata scaricata e portata fino alle porte di Tamarit a Elche.

“A mano a mano che Tamarit Motorcycles aumentava la sua presenza in rete, sempre più gente sconosciuta ci contattava per definire una trasformazione esclusiva”.

Fu senz’altro un grande piacere conoscere Felix, uomo semplice e disponibile. Ironia della sorte, alla fine il progetto si indirizzò verso una moto per nulla eccentrica, che avrebbe potuto tranquillamente circolare anche sulle nostre strade. Il nostro amico Felix voleva una scrambler molto semplice e genuina, e Tamarit fu felice di approvare e proiettare la sua idea con la maggior fedeltà possibile.

Riguardo ai pezzi che avrebbero modificato la Scrambler di Felix, ricordiamo il nostro kit Tramontana, che ha dato ottimi risultati in altri progetti recenti di tipo Scrambler come Niza. Tuttavia, in questo caso, avremmo sostituito i soliti rombi con una serie di strisce e avremmo aggiunto un bianco acceso nella parte posteriore della tappezzeria. I protagonisti della parte anteriore della moto sono il nostro parafango, il classico manubrio da cross e le piastre meccanizzate in nero.

Voglio una moto Tamarit

In quanto alla vernice, fu una scommessa azzardata ma con un risultato spettacolare: una combinazione di colori molto freschi come il giallo e il bianco, che si sposano alla perfezione con la specialità di Tamarit, il decapaggio del metallo. Visto che il proprietario non era dalle nostre parti, purtroppo non ci fu nessuna festa di presentazione, quindi il progetto, una volta terminato, fu blindato in una corazza di legno e inviato negli Stati Uniti. In aggiunta, si decise di fare una sessione fotografica della moto che va avanti e indietro a tutta velocità, anziché fare le solite foto alla moto ferma. Le foto sono eccezionali e speriamo che vi piacciano!

Non produciamo 2 motociclette uguali.

Vuoi fare una moto con noi?

Voglio un preventivo
Voglio una moto Tamarit
Voglio una moto Tamarit

Hai il coraggio di fare un progetto insieme?

Voglio un preventivo