Le Mans

A caferacer bike designed and transformed by Tamarit Motorcycles.

Historia de Le Mans

Il modo in cui questo progetto è arrivato fino a noi è abbastanza insolito. Normalmente i clienti si mettono in contatto con noi, dopo aver completato i moduli richiesti, per parlarci delle loro idee e comunicarci se sono o no in possesso di una moto su cui realizzare la trasformazione. Se non ce l’hanno, il team Tamarit cerca la moto più adatta e la compra per il cliente altrimenti significa che hanno già una Triumph moto per poter fare la trasformazione. In ogni caso le moto sono sempre in buone condizioni e hanno magari solo bisogno di qualche ritocco. 

Questo però non era il caso di Fabio per cui, si può dire, sia stato un “colpo di fortuna”. Il proprietario della moto #62 infatti venne a trovarci con un problema apparentemente irrisolvibile e se c’è qualcosa che stimola il team di Tamarit Motorcycles è esattamente trovarsi di fronte a una sfida. La moto aveva preso un bel colpo nella parte posteriore e nella concessionaria dove era stata portata, era stato valutato il danno totale. Non era possibile ripararla. Nelle officine di Tamarit però ci volle solamente un po’ di tempo per trovare una soluzione che permettesse a Fabio di godersi di nuovo la sua moto. Ovviamente la storia non finì lì.

Ogni moto è unica al mondo.

Personalizzazioni Triumph dalla mano del cliente.

Voglio un preventivo

Dopo aver riavuto indietro la sua Bonneville SE con il telaio riparato, Fabio non ebbe alcun dubbio nel voler realizzare un progetto con noi e ottenere finalmente l’aspetto desiderato per la sua Triumph. Ed è così che ebbe inizio uno di quei progetti tanto cari al team di Tamarit. Fabio ci concesse totale libertà per realizzare il progetto e rimase immediatamente colpito dalla prima proposta che gli presentammo. La moto #62, la Le Mans, è stata progettata in stile Café Racer anche se con la particolarità di aver mantenuto il manubrio largo perché il cliente è alto 1’90m e in questo modo sarebbe stato più comodo guidare.

 

“Malgrado le difficoltà derivate dal fatto di lavorare con i divieti imposti dallo stato di emergenza, grazie a questo progetto siamo riusciti a terminare e presentare la nuova sella Jarama”.

 

 

Tra le parti incluse nel progetto ci sono: il kit di coperture Ruby, oramai ricorrente, e il mini contachilometri della marca tedesca Motogadget. È vero che siamo per lo più appassionati della gamma di moto neoclassiche Triumph però riconosciamo che probabilmente la Bonneville SE, la base di questo progetto, è il modello con maggior difficoltà estetica a causa della ruota anteriore di 17 pollici. In questo caso siamo stati in grado di correggere tale “difetto” con il cambio del pneumatico con uno di un profilo due volte più spesso.

“Il progetto proposto per questa Café Racer includeva una combinazione leggermente azzardata, ma, come detto prima, Fabio mostrò completa fiducia nella nostra esperienza e non esitò ad accettare la proposta”.

Nel risultato finale della Le Mans spiccano in modo particolare i colori bianco, rosso e azzurro. Insieme, poi, ai cerchioni d’oro creano una combinazione indubbiamente unica. Malgrado si tratti di un progetto leggermente azzardato, il risultato finale è piaciuto un sacco a Fabio che si è congratulato immediatamente con noi per il lavoro svolto sulla moto #62.

Voglio una moto Tamarit
Voglio una moto Tamarit

Non produciamo 2 motociclette uguali.

Vuoi fare una moto con noi?

Voglio un preventivo
Voglio una moto Tamarit
Voglio una moto Tamarit

Hai il coraggio di fare un progetto insieme?

Voglio un preventivo