Ronin

Una moto stile scrambler progettata e trasformata da Tamarit Motorcycles.

 

Storia di Ronin

Prima di cominciare a descrivere e a raccontare la storia della motocicletta Ronin, noi di Tamarit Motorcycles vorremmo porgere le nostre più sentite scuse a tutti coloro che si sono sentiti offesi per via dei colori e delle forme presenti sul serbatoio della stessa. Molti dei disegni che vengono realizzati si fanno semplicemente perché ci sembrano interessanti per via delle forme o dei colori, molte volte nemmeno ci soffermiamo a pensare che possa esserci un significato offensivo nei confronti di alcune comunità o collettivi.

Una volta che Ronin è stata presentata su blog, social network, fiere e riviste, ci sono arrivate mail provenienti dall’Asia dove ci venivano chieste spiegazioni sulla bandiera che appariva sul serbatoio che in realtà era stata disegnata semplicemente perché, ammettiamo l’ignoranza, ci piaceva.

Ogni moto è unica al mondo.

Personalizzazioni Triumph dalla mano del cliente.

Voglio un preventivo

Per questa ragione chiediamo nuovamente scusa e ripetiamo che i motivi per cui questo disegno è stato incluso nella moto sono puramente estetici e che non ci permetteremmo mai di farci coinvolgere in argomenti così polemici e al tempo stesso lontani dal mondo delle moto.

“per poter realizzare questo nuovo progetto ci viene voglia di una moto tipo Scrambler con il faro originale di serie però dandole al tempo stesso un carattere urbano con le marmitte in basso.”.

Sottolineato quanto sopra, per poter realizzare questo nuovo progetto ci viene voglia di una moto tipo Scrambler con il faro originale di serie però dandole al tempo stesso un carattere urbano con le marmitte in basso. Cercavamo un design aggressivo e trasgressivo senza ovviamente andare alla ricerca della polemica di cui si parlava sopra.

Voglio una moto Tamarit

La motocicletta da trasformare poteva essere solamente una Bonneville. Nell’ampia gamma di parti applicabili alla moto si è scelta la sella Scrambler che aveva dato ottimi risultati in alcune delle nostre moto Triumph, il paracatena in acciaio inox e le mini frecce frontali e posteriori. Si decise anche di mettere sulla moto dei pneumatici robusti e polivalenti. Nella parte frontale venne aggiunto un nuovo parafango, la griglia del faro, gli specchietti e il contachilometri portando in questo modo a termine la trasformazione. 

Voglio una moto Tamarit

In questo progetto le marmitte meritano una citazione speciale visto che stiamo parlando di un sistema di tipo due in uno sul lato destro e nel quale i collettori finiscono per unirsi in uno solo più grande che finisce in un bellissimo silenziatore saldato a mano, la vera essenza dell’artigianato di Tamarit.  Inoltre è stato fatto un ottimo lavoro dal punto di vista grafico, un lavoro che non lascia indifferenti soprattutto grazie al rosso vivo insieme al bianco, così vistosi, alla foglia oro autentica sulla copertura dei bilancieri del motore e ai disegni in stile orientale sulla moto che rappresentano un’impressionante finitura. 

Una volta concluso il progetto la motocicletta è stata ribattezzata con il nome di Ronin, in riferimento alla cultura giapponese in generale e in modo più specifico allo status che nell’antichità possedevano i samurai erranti che non servivano nessun feudatario. 

Non produciamo 2 motociclette uguali.

Vuoi fare una moto con noi?

Voglio un preventivo

Hai il coraggio di fare un progetto insieme?

Voglio un preventivo