Malasangre

Una moto cafe racer progettata e trasformata da Tamarit Motorcycles.

 

Storia di Malasangre

Le storie dei progetti di Tamarit di solito si distinguono per il modo in cui il progetto si sviluppa, per la motocicletta scelta come base, per la personalità del cliente e ovviamente per le caratteristiche della modifica vera e propria. Potremmo allora tranquillamente affermare che MALASANGRE è uno dei progetti più completi che siano mai stati realizzati in Tamarit, visto che spicca in tutti gli aspetti citati poc’anzi.

Il proprietario, il felice proprietario, di Malasangre, Samuel, era in cerca di un cambio radicale della sua moto, una Triumph Thruxton 1200 R, e alla fine di Agosto avvenne il primo classico contatto tra il cliente e l’azienda, quello in cui di solito ci si scambia le prime impressioni, concetti, idee e ovviamente si comincia a parlare di quanto potrebbe costare una modifica simile a quella che ci viene richiesta.

Ogni moto è unica al mondo.

Personalizzazioni Triumph dalla mano del cliente.

Voglio un preventivo

La prima cosa che ci colpì fu il modo in cui Samuel pronunciava Tamarit. Cercando probabilmente di anglicizzare il nome diceva «Tamarai»; e fu così che affettuosamente Samuel si guadagnò il soprannome: Samuel Tamarai! Ovviamente, queste prime conversazioni servono più che altro per dare informazioni e promuovere il nostro lavoro, non implicano nessun impegno contrattuale almeno finché il cliente non decide di dare il via al progetto. Ebbene sì, per la nostra gioia Samuel disse di sì e inoltre aggiunse le parole magiche che vorremmo sempre sentire da ogni cliente: «Questo è il mio budget; fatene ciò che volete però voglio una moto Tamarai».

 

«Samuel voleva una trasformazione forte e non mentiva a riguardo, infatti si fecero modifiche che non erano mai state realizzate prima su una moto Tamarit».

 

Pronti e ai posti di combattimento un’altra volta noi di Tamarit mettemmo di nuovo in funzione la macchina per uno dei progetti migliori mai realizzati da noi.

E parlando già direttamente della moto, Samuel voleva una decisa trasformazione e non mentiva a riguardo, infatti si fecero modifiche che non erano mai state realizzate prima su una moto Tamarit, come i cerchioni Kineo e dei filtri d’aria a cono, nuovi, della ditta italiana Free Spirits. I colori della Malasangre dovevano essere scuri, come richiesto dal proprietario, però ci prendemmo comunque delle licenze in alcuni dettagli come le combinazioni tra il colore delle bronzine delle ruote con il rivestimento della motocicletta che condividono un bellissimo ed elegante color bordeaux.

Voglio una moto Tamarit

Le solite parti di Tamarit per le trasformazioni basate su questo tipo di Triumph Thruxton che non potevano mancare sono, per esempio, il nostro puntale Tamarit esclusivo per tutti i modelli raffreddati ad aria e la nostra sella Monaco, un pezzo indispensabile in qualsiasi trasformazione classica Café Racer su una Thruxton R di nuova generazione. Tutte le parti vennero verniciate in modo da combinarsi con lo stile generale della moto, mentre la piastra e il forcellone vennero ricoperti di nero per essere in perfetta sintonia con le coperture del motore importate dalla ditta EMD, disponibili in Tamarit.

Una moto curata e personalizzata per intero. E come se non bastasse, Samuel voleva anche dare un tocco differente alla sua moto Thruxton prendendo spunto da tutte le altre Thruxton Tamarit, di modo che vennero adattate al suo modello le nostre marmitte della casa che erano già state utilizzate su moto nuove come la T120 e che ricordano un articolo mitico del nostro catalogo ovvero la marmitta Bocanegra. In questo caso però era una marmitta doppia, una per ogni lato.

Un’altra parte venne modificata rispetto all’originale: il kit di fianchetti Dakota, che fu necessario adattare ai nuovi filtri di potenza che Samuel aveva preteso per la moto dei suoi sogni; mentre la lista di parti Tamarit che avrebbero completato il progetto comprendeva anche il kit di rimozione del parafango posteriore, il paracatena e l’ormai classico parafango anteriore corto. Altre parti appositamente importate per questo progetto sono i classici contributi della Motogadget sulle frecce anteriori e posteriori e sugli specchietti retrovisori collocati alle estremità delle manopole.

Voglio una moto Tamarit

Malasangre venne poi presentata come moto Tamarit insieme al progetto Laia presso il nostro showroom, come al solito. Ancora una volta il telo scoprì un progetto brillante e aggressivo che entrò a far parte della famiglia Tamarit nel momento in cui Samuel fece rombare il suo motore rinnovato da poco e fece tremare le pareti di Tamarit Motorcycles insieme a Laia, la Scrambler.

«Come quando si entra in un negozio per provare un’auto sportiva, Samuel sfrecciò via a tutta velocità».

Voglio una moto Tamarit

Era riuscito a trasmetterci così bene il suo entusiasmo e la sua aggressività nel modo di concepire le motociclette, che fummo in grado di realizzare una modifica tale da lasciarlo completamente soddisfatto. Come quando si entra in un negozio per provare un’auto sportiva, Samuel sfrecciò via a tutta velocità fino alla sua cittadina che per fortuna è vicina a Elche.

Non produciamo 2 motociclette uguali.

Vuoi fare una moto con noi?

Voglio un preventivo
Voglio una moto Tamarit
Voglio una moto Tamarit
Voglio una moto Tamarit
Voglio una moto Tamarit

Hai il coraggio di fare un progetto insieme?

Voglio un preventivo