Superstar

Una moto dirt track progettata e trasformata da Tamarit Motorcycles.

 

Storia di Superstar

Nell’attuale panorama delle modern classics, le tendenze in Europa sono nettamente marcate.
Tra queste il cliente sta concretamente optando per due concetti: lo stile Scrambler e il sempre presente Café Racer.

Il team Tamarit ha potuto constatarlo grazie ai suoi clienti, che, tramite le trasformazioni che richiedono, ce lo ribadiscono ogni volta che scelgono le parti e il design con colori grigi e neri opachi. Magari c’è un po’ di saturazione ma i risultati sono ancora eccelsi.

Ogni moto è unica al mondo.

Personalizzazioni Triumph dalla mano del cliente.

Voglio un preventivo

Il progetto #15 nasce, come in pochi altri casi, non dalla richiesta di un cliente ma dalla frenesia del team Tamarit e dalla necessità di continuare a creare nuove trasformazioni, sperimentare nuove forme e colori e soprattutto di includere nuovi elementi all’interno delle Triumph neoclassiche.

“Il desiderio di creare una Dirt Track adattata per poter circolare in città, nel rispetto di tutte le normative giuridiche e però senza perdere la sua essenza off-road.”.

Senza nessun modello o delle linee guida da seguire visto che non c’era nessun cliente in attesa di consegna, si decide così di creare una moto partendo da un’idea praticamente nuova in Europa, specialmente in Spagna: una Dirt Track.

Voglio una moto Tamarit

L’ispirazione del team Tamarit inizia alcuni mesi prima in realtà, mentre stavamo navigando in Internet. Le ricerche con parole chiave come Dirt Track Racer restituivano risultati e immagini di moto dai colori vivaci e cromati, con serbatoi piccoli e senza parafango, senza fari e senza freni anteriori. In pratica delle moto molto personali ma splendide che non sarebbero passate inosservate da nessuna parte. Nacque così, all’interno del team Tamarit, il desiderio di creare una Dirt Track adattata per poter circolare in città, nel rispetto di tutte le normative giuridiche e però senza perdere la sua essenza off-road.

L’intero progetto di modifica sarebbe ruotato intorno a una Triumph Bonneville del 2010, con la particolarità che questa avrebbe avuto un motore a iniezione, bisognava quindi considerare alcuni dettagli tra cui per esempio come adattare le parti sui modelli a iniezione o rimappare le centraline in base all’impianto di scarico utilizzato di cui parleremo più avanti.

Voglio una moto Tamarit

Per ottenere uno stile Dirt Track garantito, dovevamo senza dubbio, includere nel progetto, una serie di parti: la sella Dirt Track (già vista sulla Neptuno), i protettori delle forcelle, il puntale The Son e la mascherina anteriore, tutti elementi che ci hanno permesso di ottenere quel look che stavamo cercando per una tipica moto degli anni 80. Con la stessa logica furono installate anche altre parti come il manubrio cromato da cross classico, gli specchietti e i paracatene cromati. La stessa tecnica e finitura venne anche utilizzata per il contachilometri e i cerchioni originali. Per quel che riguardi i pneumatici, abbiamo scelto una configurazione mista, sia nella parte anteriore che posteriore.

Non produciamo 2 motociclette uguali.

Vuoi fare una moto con noi?

Voglio un preventivo

Hai il coraggio di fare un progetto insieme?

Voglio un preventivo
Voglio una moto Tamarit
Voglio una moto Tamarit