Laia

Una moto premium progettato e trasformato da Tamarit Motorcycles.

 

Storia di Laia

Potrebbero essere un desiderio o un dubbio a portare chiunque a diventare il prossimo membro della famiglia Tamarit. Infatti molte delle trasformazioni ci arrivano sotto forma di richiesta, tramite il nostro modulo di contatto. In alcuni casi il dialogo con il cliente è molto lungo prima che si decida a fare una modifica più importante alla sua motocicletta; molti infatti iniziano acquistando uno delle parti di nostra creazione ma poi non sono soddisfatti e decidono di lavorare con noi per fare una trasformazione completa. Poi ci sono situazioni in cui il cliente arriva sicuro di voler realizzare l’intera trasformazione con noi e non ha dubbi al riguardo.

La telefonata con Jordi, il proprietario di Laia, andò alla grande e nacque subito una connessione che già preannunciava che sarebbe diventato il prossimo membro del nostro garage di trasformazioni. Dopo il primo contatto, gli fornimmo un documento in cui si spiega come lavoriamo e quali sono i passaggi da seguire per ogni trasformazione per dargli un’idea del nostro concetto di progetto e un prezzo orientativo, prima di elaborarne uno su misura per lui.

Ogni moto è unica al mondo.

Personalizzazioni Triumph dalla mano del cliente.

Voglio un preventivo

Chiediamo sempre informazioni per effettuare tutti i preparativi necessari alla trasformazione e fare in modo che corrispondano agli obiettivi e alle preferenze dei futuri proprietari. Durante la prima telefonata decidemmo di realizzare il progetto usando come base un’immacolata Street Scrambler, depotenziata per patente A2 e con solo 600 chilometri percorsi.

“Magari potessimo approvare tutti i preventivi con la stessa disinvoltura, una chiamata in mattinata e di pomeriggio avere già il progetto concluso”.

Parlammo alcuni minuti per definire alcuni dettagli e prima di salutarci stabilimmo che l’avremmo chiamato il giorno dopo per lasciargli il tempo di leggere e valutare il documento orientativo prima citato. Ma dopo meno di due ore Jordi ci richiamò per dirci che aveva cambiato completamente idea sul progetto e ci proponeva una nuova sfida.

Voglio una moto Tamarit

La Street Scrambler messa a disposizione per la modifica sarebbe diventata la sua moto di uso quotidiano e avremmo realizzato la trasformazione su una Bonneville Black a carburazione. Per farlo, aveva bisogno che il nostro team di Tamarit lo aiutasse a procurarsi quel modello per renderlo la base del progetto #56, e andò proprio così.

Prueba de Alt

Magari potessimo approvare tutti i preventivi con la stessa disinvoltura, una chiamata in mattinata e di pomeriggio avere già il progetto concluso. L’idea di lavorare con questo modello Bonneville ci allettava, dato che abbiamo un debole per le moto a carburazione e, inoltre, ci lasciano più libertà d’azione durante il lavoro.

“Chiediamo sempre informazioni per iniziare a lavorare sui preparativi per la trasformazione e in modo che si adeguino agli obiettivi e alle preferenze dei futuri proprietari”.

Iniziava così il viaggio del nostro nuovo progetto, conosciuto come Laia. Se c’è una cosa di cui siamo grati a Jordi è la fiducia che ripose nel team di TMRT riguardo all’elaborazione dei progetti, il fatto di averci permesso di sbizzarrirci e di aver confidato nella possibilità di ottenere il miglior risultato possibile per la sua moto.

Voglio una moto Tamarit

Laia possiede un marcato aspetto campestre e per rafforzarlo si scelsero degli pneumatici Continental TKC 80. Visto che il motore era nero, anche nella parte centrale della moto si eseguirono grandi modifiche come la sostituzione di tutte le coperture del motore, inclusi il copri testata e il copri pignone del sistema di trasmissione, che furono sostituiti dal pacchetto EMD.

“Jordi ci ha dato libero sfogo e confidando che avremmo ottenuto il miglior risultato possibile per la sua moto”.

Voglio una moto Tamarit

La lista di pezzi che costituiscono il progetto #56 è lunghissima e ce ne sono molti che non nominiamo, alcuni dei quali vengono inclusi man mano per accentuare lo stile così caratteristico di questa trasformazione. Laia divenne subito un progetto speciale, realizzato con dedizione ed entusiasmo dato che deve il suo nome niente di meno che alla “principessina” di Jordi, sua figlia.

Non produciamo 2 motociclette uguali.

Vuoi fare una moto con noi?

Voglio un preventivo
Voglio una moto Tamarit
Voglio una moto Tamarit
Voglio una moto Tamarit

Hai il coraggio di fare un progetto insieme?

Voglio un preventivo